Prosegue anche a settembre la programmazione dell'Art&Lab Lu Mbroia di Corigliano d'Otranto

5' di lettura 12/09/2022 - Prosegue anche a settembre la programmazione dell'Art&Lab Lu Mbroia di Corigliano d'Otranto. Martedì 13 settembre (ore 21:30 - contributo associativo 7 euro) la cantante, autrice e polistrumentista salentina Rachele Andrioli presenterà i brani di "Leuca", primo lavoro discografico da solista, uscito per FinisTerre nella programmazione Puglia Sounds Records 2022.

Nel live, accompagnando la sua voce con tamburi a cornice, flauti armonici, scacciapensieri, strumenti a corde e con un uso sapiente dell'elettronica, la cantante evoca rituali ancestrali che rapiscono lo spettatore portandolo in un luogo altro, denso di suggestioni e colori. Nel cd, anticipato dal videoclip del primo singolo "Fimmana De Mare", Rachele Andrioli volge il suo sguardo musicale sul mondo come un faro, partendo dalla fine della terra, suo luogo di nascita e appartenenza: il Capo di Leuca. Il lavoro è il frutto degli ultimi anni di ricerca sulle tradizioni musicali che legano il Salento a ogni Sud del Mondo; la musica e i testi inediti raccontano storie mediterranee sospese tra verità e leggenda. Un progetto che guarda il mare, attraversato da onde tutte al femminile che rinnovano la tradizione grazie alla partecipazione di Coro a Coro, un ensemble di circa quaranta voci di donne fondato e diretto dalla stessa Andrioli. Presenti anche brani d'autore che rendono omaggio ad alcuni artisti come Victor Jara ("Manifiesto), Enzo Avitabile ("Tutt' egual song' 'e criature"), Nusrat Fateh Ali Khan ("Mast Kalandar"), Rina Durante ("Luna Otrantina"). A spiccare la voce e la grande forza interpretativa della cantante salentina e l'originalità delle sue composizioni che disegnano una modalità di fare musica concentrata sulle emozioni sollecitate da una melodia, da un ritmo, da un testo ogni volta sorprendente. Ospiti in alcuni brani anche Redi Hasa, Valerio Daniele, Maurizio Pellizzari.

Su Youtube è disponibile "Marinae. Storie di donne alla fine di una terra", prodotto sempre da FinisTerre nella programmazione Puglia Sounds Producers 2022. Questo nuovo video segue la fortunata esperienza di collaborazione tra Rachele Andrioli e due cantanti di altri luoghi di finibus terrae come la galiziana Ugia Pedreira e la bretone Elsa Corre. Un nuovo capitolo che l'artista salentina dedica alle voci del Capo di Leuca in un viaggio incentrato sulla multiculturalità, narrata con parole e suoni dall'ensemble polifonico femminile Coro a Coro. Cantautrice e polistrumentista, Rachele Andrioli ha acquisito un ruolo importante nell'ambito delle nuove proposte artistiche pugliesi testimoniato da una intensa attività concertistica in Italia e all'estero. Vanta la partecipazione a prestigiosi festival, in solo e con varie formazioni musicali di world music, jazz e classica collaborando con importanti artisti internazionali quali Arto Lindsay, Piers Faccini, Baba Sissoko, Roopa Mahadevan. Nel suo lavoro di ricerca per uno sviluppo della voce secondo stilemi della tradizione utilizzando tecniche innovative, Rachele Andrioli parte dal repertorio popolare pugliese per fonderlo abilmente con altri mondi musicali. Prima del concerto (dalle 20:30) sarà possibile degustare primi e secondi piatti, insalatone, verdure accompagnati dai vini della Cantina Duca Carlo Guarini. Info e prenotazioni 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it.

Giovedì 15 settembre (ore 21:30 - contributo associativo 7 euro) in scena Memorie d'arneo di e con Fabrizio Pugliese e Fabrizio Saccomanno con musiche di Redi Hasa. Era una terra di sogni e speranze, l'Arneo. Lo era per chi, con le mani indurite da un lavoro nei campi che non lo riscattava dalla miseria, vedeva, in quei terreni che si estendevano a perdita d'occhio, la promessa di una rinascita. Era il sogno di quegli anni, dopo la guerra, dopo gli orrori, perché era bello credere che di terra si potesse campare. Ed era un sogno condiviso in tutto il paese, da tutti quei contadini che vedevano immensi feudi abbandonati. Ed era il sogno di quei contadini che sapevano come prendersene cura, con quanto sudore renderla feconda, come gioire dei suoi frutti. Ché la bellezza è un premio per chi la sa coltivare, non un diritto per chi la può comprare. Le occupazioni nell'Arneo sono la conclusione di una straordinaria stagione di lotte per il lavoro e per la dignità dell'uomo. Raccontare di quei fatti, di quelle speranze, di quelle conquiste, vuol dire raccontare un sud del mondo che chiede, ora e sempre, che venga ascoltato il suo pensare, il suo conoscere, perché sono tante le strade che si possono percorrere e tanti i nomi di Dio. Lo spettacolo è prodotto da Ura Teatro con il sostegno di Consiglio Regionale della Puglia e Comune di Leverano in collaborazione con Unione dei Comuni-Union3 e CoolClub.

La programmazione dell'Art&Lab Lu Mbroia di Corigliano d'Otranto proseguirà con Vito De Lorenzi in "Sonu 220 V" (venerdì 23 settembre), "Cu rami e senza rami. Storie racconti e suoni di tamburellisti a Sud" di Giancarlo Paglialunga (sabato 24 settembre) e con la prima del nuovo progetto "Glossa ce kardìa – Cultura e lingua grika, tra futuro e tradizione" con Ninfa Giannuzzi, Emanuele Licci, Rocco Nigro, Valerio Daniele e Giuseppe Spedicato (venerdì 30 settembre). Prima dei concerti (dalle 20:30) sarà possibile degustare primi e secondi piatti, insalatone, verdure accompagnati dai vini della Cantina Duca Carlo Guarini. Info e prenotazioni 3381200398 – lumbroia@massimodonno.it.









Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2022 alle 09:54 sul giornale del 13 settembre 2022 - 108 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/do98





logoEV