Nel Castello Volante di Corigliano d'Otranto è partita la 2° edizione di Feelm - From primitives to the future

6' di lettura 21/06/2022 - Nel Castello Volante di Corigliano d'Otranto ha preso il via lunedì 20 giugno la seconda edizione di Feelm - From primitives to the future, residenza artistica ideata, prodotta e promossa da Coolclub nell'ambito del SEI Festival, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Roma, la Cineteca di Milano e il DAMS dell'Università del Salento.

La direttrice artistica Ginevra Nervi, il sassofonista Valerio Cosi, il batterista Walter Forestiere, la pianista e produttrice giapponese Midori Hirano e il musicista elettronico e produttore greco Jay Glass Dubs sono già al lavoro per arrangiare la sonorizzazione dal vivo del lungometraggio "La morte che assolve" di Carlo Alberto Lolli (1918) che sarà proposta sabato 25 giugno nell'atrio del Castello. In questa settimana, per preparare la performance finale, i cinque artisti in residenza hanno deciso di confrontarsi anche con le nenie funebri in griko e i canti di pianto dall'antico Salento.

Dopo aver indagato il mondo dei Fratelli Lumière e di Thomas Alva Edison sotto la guida del duo Underspreche, quest'anno Feelm con la direzione artistica di Ginevra Nervi, compositrice e producer che basa la sua ricerca artistica sull'esplorazione timbrica vocale, candidata agli ultimi David di Donatello per la categoria "Miglior Canzone Originale" con "Miles Away" e fresca dell'uscita dell'album "The Disorder Of Appearances" (La Tempesta), renderà infatti omaggio a Elettra Raggio. Prodotto dalla Raggio Films di Milano nel 1918, "La morte che assolve" è l'unico film sopravvissuto tra quelli interpretati dalla grande diva e pioniera del cinema muto e vanta anche la presenza del celebre attore teatrale Ermete Novelli, qui nel suo ultimo ruolo per il cinema. Artista eclettica, Elettra Raggio, pseudonimo di Ginevra Francesca Rusconi (1887 – 1973) fu attrice, produttrice cinematografica e scrittrice. Alla fine degli anni Cinquanta donò alla Fondazione Cineteca Italiana il suo archivio di fotografie, frammenti filmici, materiali pubblicitari e l'unica copia esistente del film "La morte che assolve", poi restaurato dalla Cineteca di Milano.

La serata a ingresso gratuito prenderà il via alle 19:30 con "Luce D'archivio. Viste sul cinema muto", talk introduttivo con Paolo Tosini (docente di Storia del cinema all'università del Salento), Matteo Pavesi (direttore Cineteca di Milano) e Valentina Rossetto (Centro sperimentale di cinematografia). Alle 21 un ensemble di studenti del DAMS - Giacomo Scardia, Gianni Sciambarruto, Simone Carrino, Francesco Grassi ed Edoardo Presicce - sonorizzerà "Idillio infranto" di Nello Mauri (1931). Dopo la sonorizzazione diretta da Ginevra Nervi, la serata si concluderà con un dj set di Francesco Fisotti e Ludovico Esposito. La residenza Feelm sarà raccontata da un documentario diretto da Davide Faggiano e realizzato nella programmazione Puglia Sounds Producers 2022 della Regione Puglia (POC Puglia 2007/2013 - Azione "Sviluppo di attività culturali e dello spettacolo).

Giovedì 23 giugno (dalle 19:30 - ingresso 10 euro + dp inclusi due calici di vino) alle Cantine Garofano in Tenuta Li Monaci a Copertino, in collaborazione con Sei Festival e Coolclub, Ginevra Nevri sarà tra i protagonisti della "Notte di San Giovanni", ricca di antiche credenze popolari e di misteri. Dalle 19:30 si parte passeggiando tra le vigne e ascoltando una selezione musicale in cuffia: un primo giro di calici e di buona musica per godersi tutti i colori del tramonto. A seguire l'attrice Marzia Quartini con alcuni racconti su questa notte di superstizioni, streghe e sortilegi. Dalle 22 al via la musica dal vivo con Ginevra Nervi, che proporrà i brani di "The Disorder Of Appearances", e il dj e producer salentino Vivaz con la cantautrice Cristiana Verardo e il soccer free-styler Alessandro Colazzo. Da non perdere anche le gustose proposte gastronomiche di Cime di Rapa. Prevendite disponibili su Dice.fm (bit.ly/LaNottediSanGiovanni).

Genovese, classe 1994, Ginevra Nervi, dopo il singolo P!2, masterizzato da Heba Kadry (Bjork, Ryuichi Sakamoto), pubblica altri singoli e l'ep Klastos. Al suo progetto solista affianca la composizione di colonne sonore e di brani originali per film e serie Netflix, Amazon, Rai e Mediaset ("Il Processo", "Il Cacciatore 2", "L'ispettore Coliandro", "Curon", "Skam 4"). Nel 2020 è protagonista alla Mostra del Cinema di Venezia con la colonna sonora originale di "Fuoco Sacro" di Antonio Castaldo, con il brano "Miles away" per "Non odiare" di Mauro Mancini e come assistente alla produzione della colonna sonora del film "50 (o dos ballenas)" di Jorge Cuch. Nel 2021 Ginevra Nervi ottiene la sua prima nomination ai David Di Donatello con la canzone "Miles Away" e conquista il premio "Talento di Genova". Ha inaugurato con una speciale sonorizzazione il Seeyousound Festival 2022 e realizzato le musiche per il docufilm SKY "Dante Fuga dagli Inferi" di Sebastiano Facco con la partecipazione di Toni Servillo. Al momento è al lavoro sulla colonna sonora originale di altri tre film (compresa una produzione brasiliana). "The Disorder Of Appearances" è il suo ultimo album uscito il 10 giugno per La Tempesta, già anticipato da due singoli. Uno di questi "Zero" è stato scritto a quattro mani con Iosonouncane.

FeelM anticipa la ricca estate della sedicesima edizione del SEI Festival (prevendite su Dice.Fm). Con il claim #ShapeTheFuture, dal 28 al 31 luglio nel Castello Volante di Corigliano d'Otranto, il festival salentino ideato, prodotto e promosso da Coolclub, con la direzione artistica di Cesare Liaci, proporrà un fitto programma di concerti, incontri, proiezioni e altri momenti di confronto con, tra gli ospiti, Arab Strap, Black Midi, Dengue Dengue Dengue, Ditonellapiaga, Mombao, Nickodemus, Ceri. Anche quest'anno non mancheranno alcune date OFF con Venerus e Mace (8 agosto) e Psicologi (20 agosto) al Parco Gondar di Gallipoli, Pop X e bnkr44 (15 agosto) alle Tagghiate Urban Factory di Lecce e soprattutto con l'atteso concerto degli statunitensi Pixies (rinviato per due anni a causa della pandemia) che si esibiranno il 16 agosto in Piazza Libertini a Lecce. Il Sei Festival, che negli ultimi anni ha ottenuto il riconoscimento del Fus – Fondo Unico per lo spettacolo del Mibac, è realizzato con il patrocinio di Regione Puglia, Comune di Corigliano d'Otranto, Comune di Lecce (nella rassegna LecceinScena), Distretto Produttivo Puglia Creativa con il sostegno di Vini Garofano e in collaborazione con Dice.fm, Castello Volante, Bass Culture, Parco Gondar, Tagghiate Urban Festival e numerose realtà pubbliche e private.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2022 alle 11:39 sul giornale del 22 giugno 2022 - 105 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dccn





logoEV