Lecce: 29enne uccisa dall'ex fidanzato. Fermato l'aggressore

1' di lettura 02/02/2021 - È stata colpita a coltellate dall'ex mentre stava passeggiando con il fidanzato, la 29enne Sonia Di Maggio uccisa a coltellate lunedì seraa Specchia Gallone, frazione del comune di Minervino di Lecce.

La donna, originaria di Rimini, si era trasferita nella zona da gennaio, ma l'ex continuava a tormentarla, non accettava la fine della relazione e l'aveva anche minacciata di ucciderla.

L'aggressore, un 39enne di Torre Annunziata, parcheggiatore abusivo e senza fissa dimora, è stato fermato martedì mattina. Aveva ancora con sé gli indumenti e lo zainetto che indossava al momento del delitto. L’arma invece non è stata ancora trovata.

L'uomo, Salvatore Carfora, che era uscito nel giugno scorso da un ospedale psichiatrico, avrebbe cercato di colpire il nuovo compagno della 29enne. La ragazza nel tentativo di difenderlo sarebbe stata colpita mortalmente. Inutili i tentativi di rianimarla da parte di alcuni passanti e del 118 giunto sul posto immediatamente. Sul luogo della tragedia anche gli agenti di polizia del commissariato di Otranto e, poco dopo, per i rilievi, la scientifica. Le indagini, sono ora in mano alla squadra mobile.

Il 39enne dopo un lungo interrogatorio avrebbe confessato portando gli inquirenti nel posto dove ha nascosto l'arma del delitto.






Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2021 alle 10:28 sul giornale del 03 febbraio 2021 - 142 letture

In questo articolo si parla di cronaca, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bMbh





logoEV